lunedì, aprile 25, 2005

Pomeriggio

Ciò che conta, quando si passa una domenica in compagnia di sé stessi, è tentare di non lasciarsi trascinare dal tempo (metereologicamente parlando). Oggi piove, cielo autunnale, tristemente simile alle giornate di fine Ottobre. Sono impassibile mentre ascolto le partite, di fronte al vuoto che questo pomeriggio mi presenta davanti. Non ho niente da fare, tranne aspettare che qualcuno mi invii un sms e mi scriva che ha voglia di vedermi, di parlarmi, così avrò una scusa per uscire per fare qualcosa che non sia stare di fronte al monitor. Vabbé, che mi frega. Al max sto qua fino alle sei.
Vedremo che succederà. Ad ogni modo, una cosa di buono c’è in questa settimana così autunnale (almeno nel suo inizio): che mi farò un giorno in meno di lavoro. Guadagnerò qualche euro in meno, ma il mio sangue non correrà il rischio di acidificarsi più del preventivato.
Bye.

Nessun commento: