martedì, novembre 15, 2005

La piantina morta

In ufficio ho trovato una pianta, una piccola violetta secca.
Le ho dato l'acqua, ma le sue poche foglie ancora verdi si sono tutte rattrappite, incupendo..
Le ho staccato tutte le foglie secche, lasciandola solo con quei quattro rametti oramai opachi, che odorano di malinconica dipartita.
La seguo con lo sguardo, spero di arrivare dopo la pausa pranzo e trovarla miracolosamente in piena rinascita, come se il verde spento divenisse un colore smeraldo molto, molto più acceso.
Ma forse quella piantina è già morta, e quel verde sporco è l'ultimo grido della clorofilla ormai marcita, coagulata nella sua fine corporatura invasata in un pugno di terra.
Quella piantina è una buona metafora, per un mare di cose può essere adattata a morale e ad esempio.
I significati metteteli voi: io mi fermo alla piantina.
A presto
Fra

Nessun commento: