lunedì, gennaio 23, 2006

Strana la vita...


Girovagando per la rete, o magari scrivendo "parlamento" sul motore di ricerca Google, ci si può imbattere in manifesti come questo.
Non credo che si possa fare o dire banalità su quanto questo banalissimo pezzo di carta riporta. Non si può neanche negare che il partito che riporta tale slogan non possa richiamarsi ad un uso estremo della legalità.
E' pur vero però, che ciò che si chiedeva per gli allora inquisiti non si è ripetuto in una sorta di rindondanza repubblicana anche negli attuali fasti parlamentari.
Prendo un elenco in prestito dal blog di Beppe Grillo, uno degli ultimi partigiani della resistenza mediatica alla politica "difficoltosa" di questi tempi: è l'elenco riportato in un numero dell'Herald Tribune lo scorso novembre, che sottolinea la necessità di un Parlamento Pulito. La campagna omonima, lanciata dal comico genovese, forse dovrebbe essere pubblicizzata di più... ma si sa, nessuno è perfetto (uno sloga che, come potete notare, ripeto spesso).
Ecco la lista:

Berruti Massimo Maria (deputato FI)

Biondi Alfredo (deputato FI)

Bonsignore Vito (eurodeputato UDC)

Bossi Umberto (eurodeputato Lega Nord)

Cantoni Giampiero (senatore FI)

Carra Enzo (deputato Margherita)

Cirino Pomicino Paolo (eurodeputato Udeur)

Dell'Utri Marcello (senatore FI)

Del Pennino Antonio (senatore FI)

De Michelis Gianni (eurodeputato Socialisti Uniti per l'Europa)

De Rigo Walter (senatore FI)

Frigerio Gianstefano (deputato FI)

Galvagno Giorgio (deputato FI)

Jannuzzi Lino (senatore FI)

La Malfa Giorgio (deputato PRI)

Maroni Roberto (deputato Lega Nord)

Rollandin Augusto (senatore Union Valdotain-DS)

Sgarbi Vittorio (deputato FI, passato al centrosinistra)

Sodano Calogero (senatore UDC)

Sterpa Egidio (deputato FI)

Tomassini Antonio (senatore FI)

Visco Vincenzo (deputato DS)

Vito Alfredo (deputato FI)

Mi sembra doveroso sottolineare come l'innocenza di un imputato sia riconosciuta fino a prova contraria. Purtroppo, però, la lista raccoglie solo i parlamentari condannati. Per quanto mi riguarda, dato anche la fiducia che ripongo nella magistratura, quelli che sono in attesa di giudizio rimangono innocenti.
A presto,
Fra

p.s. Il "ladri" a cui fa riferimento il manifesto non è da intendersi riferito ai soggetti del listato proposto: l'autore del post infatti non vuole insultare ne diffamare, ma solamente informare. Informazioni sulle persone riportate e sulle condanne che hanno subito possono essere reperite sui maggiori organi di stampa nazionali e internazionali, oppure cliccare qui.

Nessun commento: