lunedì, gennaio 30, 2006

Una pausa di riflessione


Nel cambio oggettivo del mio piccolo mondo virtuale, non c'è stato più spazio per i sentimenti, per le riflessioni, per i pensieri vicini ad un realtà marcia e lontani dalla fantasia di una vita che vorremmo diversa.
Spazio quindi verso argomenti che oggi sento miei: precisamente, verso l'innamoramento.

Sensazione particolare, che riscopro ogni giorno anche solo nelle parole che sento intorno a me. La gente sogna parole d'amore, gesti inconsulti d'affetto e poche sensazioni perdute...

Si sognano rapporti chiusi, storie passate, che lasciano strascichi di malinconia infiltrata di momenti felici. Rivedi momenti come il primo bacio, l'abbraccio di un pomeriggio di metà ottobre sui sedili al fondo di un pullman, o il respiro di una persona amata, nel calore di un letto che solo alle prime luci del mattino si può avvertire.
Sguardi solitari, in un mondo che anche solamente per un minuto ha voluto girare intorno a te e ad qualcuno che credevi eterno come il momento del distacco, che inevitabilmente gusti quando meno te lo aspetti. Scopri così che le storie più belle sono anche quelle che sono finite. Scopri così che chi non c'è più ti manca come non mai, e ti chiedi il perchè quella felicità non sia bastata a far durare quel sogno così puro.

E' l'amore. E il più puro si trova nel dolore di quello che scompare. E' il quesito che leggi nello specchio quando senti attorno a te l'alito della nostalgia. Ti abbracci ai ricordi sapendo che difficilmente torneranno: talvolta si soffre, talvolta si sorride. Ma sempre rimarranno quei momenti. E, in fondo, ripensando ad essi si preserva ancora una speranza di poter rivivere nell'amore, nel passato, nel presente e nel futuro. Con un'altra persona? Forse, anzi sicuramente. Vivendo diversamente, provando altre sensazioni: ma sempre amando... ed è questo l'importante.
A presto,
Fra

1 commento:

Piè ha detto...

amo la bellezza che sta nelle cose che esploriamo per un attimo e poi ci scappano da sotto il naso. l'amore è il naso