lunedì, febbraio 06, 2006

Un dialogo qualunque

Oggi mi sento un albero.

Le parole sono il vento.

Le mie speranze sono i rami.

I miei sogni sono le foglie.

E la stagione che vivo è l'autunno.

Il ricarico delle parole è enorme.

Il risultato è un silenzio racchiuso fra i muri di un ufficio scaldato fuori misura e da una realtà che non sento mia.


A presto,
Fra

2 commenti:

P__ ha detto...

Ammettilo, quante volte avresti voluto essere una nota? Un suono, che liberato da uno strumento a corde, si vibra nel cielo fino a espandersi, per poi perdersi nelle vibrazioni attraverso l’aria circostante? (...) Niente che si possa inventare ti regalerà le sensazioni che prova l’onda radioattiva che sfreccia oltre il muro del suono, disperdendosi al di là di ogni luogo conosciuto. DO YOU REMEMBER, FRA?

Luna ha detto...

autunno, cadono le foglie, malinconico