mercoledì, aprile 19, 2006

Poti o curi


Ibrid aprì il pacchetto che il postino gli recapitò con diffidenza.

Mittente? Non c'era. Provenienza? Inesistente. Dettagli di cosa fosse? Neanche a parlarne.

La carta da pacchi gialla si stracciò come la carta del gelato rotta dall'ingordigia del bambino.

Curiosità e paura, il mix giusto per aprire un pacchetto di cui è sconosciuta provenienza e contenuto.

La scritta che le apparve ruppe ogni indugio.

Il libro dello scrittore F, nella sua copertina bianca, le sue 229 pagine piene di racconti diversi e di spunti di riflessione.

«Chissà chi l'ha mandato» si chiese Ibrid.


Qualcuno probabilmente che la immaginava come un mare prosciugato.

Vero, Siebel_boy?

[Cronaca di qualche tempo addietro rispetto ai fatti, posteriore all'incontro di Siebel_boy con lo scrittore F]

Nessun commento: