venerdì, settembre 25, 2009

Ciò che cambia la vita - Life in technicolor part 65

Qualche giorno fa parlai del bicchiere mezzo pieno.

In quell'analisi non ho tenuto conto di un fattore, il fattore riempimento: qualcosa che sopraggiunge e fa radicalmente cambiare lo stato del tuo contenitore, che può passare da pieno a vuoto e viceversa.

L'altro giorno tale fattore non sopraggiunse. Infatti scrissi come se il mio bicchiere fosse vuoto. Oggi, invece, mi sento di dire che il bicchiere s'è riempito.

Cioè, sembra che sia uno di quei giorni da bicchiere pieno. Che anche se qualcosa di importante va male, beh, ti senti pronto. Scattante, agile. Voglioso di far bene, come un calciatore prima della finale di champions.

E anche se il futuro è nebuloso, e magari non porterà a granché, mi sento di dire che questa sensazione mi piace. Che sento qualcosa di bello, che avrei voglia di dirlo a tutti ma preferisco tenere ogni cosa per me.

Il tutto mentre un riflessione si scatena. Basta a volte poco per arrivare ad essere motivati. Talmente poco che c'è da sentirsi stupidi, quasi. Quel poco può trasformare i sogni, può crearli dal niente. Può far sì che anche chi non ne aveva, poi, arrivi ad averne.

C'è chi dice che per cambiar la vita servano i milioni. Le puttane, il potere, la forza di schiacciare il prossimo, tre televisioni o un colle su cui sedere. Poi un giorno, arriva una persona, ti dice qualcosa, se ne va e tu rimani fermo, riflettendo sul fatto che quelle parole non le hai mai sentite dire da nessuno. E non necessariamente si tratta di parole d'amore, no. Ci sono moltissime parole d'ascoltare, che ancora mi stupisco a 27 anni di quante siano. E tutto quel qualcosa che serviva per cambiare la vita, si riduce.

Basteranno quelle parole. Che, magari, non inficeranno nulla. Non faranno altro che averti fatto sognare per la mezz'ora successiva e non significheranno niente di che. Sicuramente, però, la vita sarà cambiata.

Anche perché poi quel sogno rimarrà. E magari, grazie a quello la vita cambierà sul serio.

Nessun commento: