mercoledì, settembre 09, 2009

Il dubbio decisivo - Life technicolor part 53

Ognuno di noi ha il dubbio decisivo. Peraltro, credo sia una cosa ricorrente.

Solo che, avendolo sempre nel momento che meno t'aspetti, esso diviene sempre non "un", quanto "il".

Di solito il dubbio decisivo s'affronta con le domande canoniche da fine del mondo: lo faccio non lo faccio? Vado non vado?

Su Facebook un amico mi scriveva anche, e riporto testualmente: "DESTRA O SINISTRA? GIUSTO O SBAGLIATO? BUONI O CATTIVI? LAVORO O VACANZA?", scritto in maiuscolo per poter credo caricare ancor di più il valore di queste domande.

Senza soffermarsi su cosa mi stessi chiedendo, ripenso alla reazione. D'impulso. Coraggiosa, senza freni inibitori. Talmente avventata da risultare imprevisa e presumibilmente, decisiva nell'esito.

Quante volte il dubbio decisivo è emerso? Quante volte? Non saprei dirlo. Così come non saprei enumerare il numero di volte che l'esito della scelta è stata in qualche maniera fatale. Talvolta gli esiti di quelle scelte si trascinano ad oggi. Ne vedo ancora le macerie, in effetti.

Che cosa dire, d'altro? Che non ci sono rimedi per il dubbio decisivo. Si può soltanto sperare che non sia lui a vincere la battaglia delle scelte.

Io per esempio sono convinto che vinca sempre lui. Però boh, alla fine è solo pessimismo.

Nessun commento: