martedì, maggio 29, 2012

Zen - Life in Technicolor part 170



So solo io perché respiro l'aria e mi sento finalmente "Io". So cosa è mancato, cosa potrebbe mancare in futuro, cosa va trasformato, cosa va confermato. Finalmente, aggiungo.

Ho rammarico per il passato, spero nella speranza per il futuro. Dicono che la Provvidenza arrivi sempre in misura giusta, al momento giusto, con ciò che serve. Ecco: è questo che serve. Il giusto nel tempo giusto, con i modi migliori.

Anche quando le parole non ci sono nei modi giusti, anche quando le parole non arrivano mai come le vorresti, sempre quando la vita fai di tutto per renderla semplice e si complica da sè.

In quei momenti, ci sono due similitudini da utilizzare. Una è quella calcistica, l'altra è quella Zen.

Quella del calcio la lascio da parte, per oggi. Quella Zen è molto semplice, e sempre attuale. Respira, e sii calmo, come fossi una favola Zen.

E ragiona su ciò che conta. Sul serio, però: non ciò che conta sulle illusioni di sogni persino troppo importanti, anche di sè stessi.

E poi, fermati. Ci sei ancora, ti guardi le scarpe, magari sei anche in piedi e ti scopri ancora vivo.

Un buon punto di partenza.


Nessun commento: