martedì, maggio 21, 2013

Le cose che ho da fare - Life in Technicolor part 193



Stavo pensando alle cose che ho ancora da fare, prima di morire. Voglio dire, le cose che mi piacerebbe fare, prima di morire.

Bene, direte voi. Diccele. Ci arrivo, ma prima fatemi dire ancora una cosa.

Ci sono cose che si sognano, alcune sono semplici altre meno, alcune le farai di sicuro, altre no, altre ancora forse. Alcune basta solo scegliere di farle, altre ci va impegno, altre ancora tempo, altre ancora soldi, altre ancora non le farai mai e stop.

Però nello spazio dei sogni, in quello ci stanno tutte.

Eccole, allora, non in ordine d'importanza ma assolutamente casuale. Di seguito, come se niente fosse.

1. Ascoltare un concerto blues, a New Orleans.
2. Passeggiare a piedi nudi in montagna, d'estate.
3. Comprare una moto.
4. Avere un cane, un pastore tedesco per la precisione, che chiamerò come il primo che ho avuto: Lothar.
5. Una cosa speciale.
6. Rivedere in concerto Paolo Conte, possibilmente conoscerlo per ringraziarlo.
7. Tornare alle 5 terre.
8. Stare in pace con me stesso.
9. Vedered al vivo i Nine Inch Nails (vengono il 28 agosto a Milano, qualcuno va?).
10. Ridere.
11. Piangere un po' di più.
12. Ascoltare un concerto jazz, a New York.
13. Dormire un po' di più.
14. Smettere di fumare.
15. Imparare a colpire con il gancio e con il montante.
16. Tornare a cavalcare.
17. Andare a Londra.
18. Uscire più spesso con i miei amici Fabrizio e Peppe, che non vedo proprio mai.
19. Realizzare quel sogno che immagino sempre quando vado a correre, anche se è sempre diverso.
20. Pregare di più.
21. Mangiare un po' meglio.
22. Indossare ancora una volta, l'ultima, la maglia del Lingotto e possibilmente congedarmi con un goal.
23. Stare tranquillo quando vedo che qualcosa non va come dico io.
24. Comprare un ombrello e smettere di camminare sotto la pioggia quando piove. Vabbè, questa non è poi tanto grave e poi a me piace camminare e correre sotto la pioggia, quindi la cancello.
24. Perdonarmi quando sbaglio.
25. Comprare una casa.
26. Vivere, una casa.
27. Non far più cadere l'iPhone per terra.
28. Comprarmi una giacca nuova.
29. Dimagrire ancora e mettere un po', giusto un pochino, di muscoli in più.
30. Rispettare di più i miei amici.
31. Telefonare più spesso a Paolo.
32. Andare a trovare più spesso mamma.
33. Vincere un O. e andare a ritirarlo a C.
34. Scrivere un testo bello come questo.
35. Bere meno Negroni.
36. Bere più vino bianco.
37. Scrivere un romanzo, il mio romanzo, quello che mi ha spinto a fare la Scuola Holden.
38. Continuare quella cosa speciale che dicevo a punto 5. con una roba altrettanto speciale.
39. Smettere di pensare.
40. Continuare a immaginare.
41. Parlare di più inglese.
42. Imparare il francese.
43. Andare a cena con Bar Rafaeli, facendole presente che prima di me ci era riuscito solo Leonardo Di Caprio.
44. Comprare una moto e andare in giro, da solo, quando sento che ho bisogno di andare in giro da solo.
45. Fare un on the road, in 3 posti del mondo differenti.
46. Ricordarmi sempre, quando esco, i fazzoletti.
47. Ascoltare di più Bruce Springsteen.
48. Imparare a non mescolare i calzini, puntualmente spaiati.
49. Fare almeno un reading all'anno.
50. Perdonare.
51. Essere ospite, per una volta, di Fabio Fazio a Che Tempo che Fa.
52. Migliorare la mia calligrafia.
53. Andare a vedere più spesso mio fratello mentre fa karate.
54. Leggere di più.
55. Ascoltare la musica che ho sull'hard disk, decine e decine di album.
56. Guidare una Pontiac GTO.
57. Conoscere Billy Corgan, anche se forse non è più il Billy Corgan che volevo conoscere.
58. Andare a vedere un concerto dei Radical Face.
59. Bere un bicchiere di Jack Daniel's a Parigi, ascoltando musica dal vivo in un bristrot.
60. Prendere più treni possibili e scriver tantissimo mentre viaggio.
61. Imparare a memoria "Fango" di Lorenzo Jovanotti e ripeterla all'infinito quando mi sento solo.
62. Fare quella cosa che mi piace immaginare sempre, cantando una certa canzone di Will Smith, il tutto a L.A.
63. Non aver paura del futuro.
64. Tornare a Sperlonga, su quella spiaggia lì sulla cui sabbia una volta ho scritto con le dita una bella cosa.
65. Farmi una foto come quella che mi piace tanto.
66. Imparare a memoria "Lose Yourself" di Eminem e canticchiarla ogni volta che mi va.
67. Tornare una volta all'anno in Valle Stretta.
68. Non arrabbiarmi se il tempo passa troppo in fretta, o troppo lento. 
69. Imparare da Simo la pacatezza.
70. Innamorarmi come un pazzo, senza paura di innamorarmi come un pazzo.
71. Fare grandi i #LaRochelle.
72. Usare di più l'incenso.
73. Fare una grigliata dove invito tutti i miei amici, ma proprio tutti. E loro ci vengono!
74. Palleggiare con Del Piero, almeno una volta.

75. Tenere sempre più parole da parte.
76. Credere che tutto ciò che ho scritto prima si possa fare.


Forse altre me ne verranno in mente, non lo so. Per ora mi accontento di queste. E ora, vediamo se riesco a realizzarne veramente qualcuna.


Nessun commento: