giovedì, luglio 11, 2013

Del partire nel cielo terso per viaggi non previsti - Life in Technicolor part 196



Avanti allora, partiamo.


Come dici? Come dove andiamo? Andiamo. E non importa dove, importa solo andare.

Sì, lo so che ne ho già parlato: però c'è sempre tempo per partire, cominciare il #GranTour senza fermarsi a guardare ciò che c'è, ma solo la strada, ciò che ci sarà.

Io di questo spazio ho bisogno, amico mio. Ascoltami, mentre immagino. Guardami, mentre ballo la musica che suono da me, anche se gli altri non ci credono.

Non è bello, ragazzo? Non è bello ricordarti che non si è mai abbastanza vecchi, per urlare ancora una volta che ci siamo, siamo qui, pronti via ed è subito viaggio, io te e una strada da riempire con le nostre speranze, li chiamano sogni quelle che suonano insieme a te e ti accompagnano tutto il giorno, tutti i giorni.

Luce e atmosfera, poi notte e sonni interrotti solo dalla smania di partire. Che emozione, quando apri gli occhi e il viaggio è lì, alla tua portata e comincia la mattina successiva.

Per questo ti dico così, "partiamo". Perché ne vale la pena.

L'orizzonte cambia a seconda della tua velocità. Più sei veloce, più lui diventerà come te lo immagini: non è già questo un buon motivo per prendere, e correre? 

Andiamo, ragazzo. Prendi le tue cose e scappa con me. Il cielo è terso ed è tutto libero, pronto per noi: nevicherà, poi farà caldo, poi di nuovo farà freddo e pioverà, e in ogni centimetro che ci aspetta troveremo bello correre, e continuare a urlare finché c'è spazio e tempo per ascoltarci.

Come dici? Sì che ce la farai. Non aver paura. 

Andiamo, ragazzo. Laggiù c'è qualcosa che ci aspetta. Le storie le scriviamo giorno dopo giorno, e quelle che immaginiamo sul serio prima poi tocca raccontarle, sul serio. 

E allora scriviamo la nostra, ragazzo. Respiriamo, prendiamo e andiamo.

La vita ci aspetta fino ad un certo punto, poi oltre è tutto un viaggio da scrivere, e quel pezzo spetta a noi. E io di quella storia, quella che sappiamo io e te e nessun altro, non sarò mai stanco: e neanche tu lo sarai mai.


Non aver paura. 


Nessun commento: