lunedì, giugno 09, 2014

Le priorità - Life in Technicolor part 227

Ho sofferto tanto, nella vita, per gli altri. 
Come tutti.

Ho un'atavica incapacità di fidarmi del prossimo perché, forse, scottato dal resto del mondo in qualche occasione.
Come tutti.

Ho anche avuto il piacere di frequentare brave persone, nella vita.
Come tutti.

Per come sono fatto, ho fatto delle persone una malattia.
Soprattutto di quelle a cui voglio bene.
Non capisco e non continuerò a capire, forse mai lo capirò, perché in fondo le persone devino i percorsi, li interserchino, talvolta li facciano scontrare in maniera violenta.
Non lo capisco proprio.
Come tutti.

Ho paura di morire. Ma anche di vivere spensierato.
Come tutti.

Ho commesso errori. Ho chiesto scusa.
Come tutti.

Ho imparato a far di conto, a scrivere, e a stilare scalette di priorità.
Come tutti.

Non sempre l'ho fatto bene. A volte ho sbagliato a contare, a scrivere, a stilare scalette di priorità: e ho pagato.
Come tutti.

Non questa volta. Questa volta le priorità le ho individuate bene.
Importantissime, chiarissime, impossibili da dimenticare.
E questa cosa, ecco.. Questa non è come tutti. Questa è solo mia.
Sono le mie priorità. Sono le cose più preziose che mi siano capitate.

Sono ragioni di vita.
Guai a chi le tocca (e vale per tutti).




Nessun commento: